[0]

TRIPLE SOLE

CollectionGrafton

Grafton Polished binder
Grafton Polished binder
Grafton Polished binder
Grafton Nero | Polished binder | Suole cuoio
EUR 690,00

ALTRE VISTE

Guida alle taglie ed il fitting

INFORMAZIONI MODELLO

Grafton è conosciuta come galoscia brogue e presenta la classica punta arrotondata. La tomaia di questa scarpa Derby è composta da più parti, ciascuna delle quali è traforata e ha gli orli seghettati; lo stesso vale per la punta a coda di rondine. La speciale finitura in vitello spazzolato applicata alla pelle pieno fiore conferisce alla scarpa una lucentezza profonda e gradevole.

Taglia, calzata, forma, numero di controllo qualità, data e nome del modello sono stati riportati a mano all'interno della tomaia, con una calligrafia speciale, rendendo ogni scarpa davvero unica. La spessa suola pesante, che include un confortevole strato di gommapiuma, presenta un guardolo antipioggia con cordone sulla parte alta, che impedisce le infiltrazioni d'acqua.

Suggerimenti

TRIPLE SOLE

Collection

Burwood | Polished binder

TRIPLE SOLE

Collection

Burwood | Polished binder

TRIPLE SOLE

Collection

Burwood | Polished binder

TRIPLE SOLE

Collection

Grafton | Polished binder

1 / 3

CONSUL CASUAL

La ricercatezza dell'abbigliamento informale

CONSUL CASUAL
La ricercatezza dell'abbigliamento informale

I completi per tutti i giorni acquistano un aspetto sofisticato grazie all'abbinamento di elementi casual e calzature più formali, per un contrasto di stili riconoscibile che sta rinnovando il concetto di abbigliamento casual. Pur considerata un classico, la Oxford Consul si trasforma in un accessorio con grande personalità se abbinata a un look più informale.

L'elegante superficie della Consul è caratterizzata da doppie cuciture lungo la punta e la tomaia, oltre che da una finitura applicata a mano e una robusta struttura Goodyear, che la rendono uno dei nostri modelli più apprezzati e versatili, che tu la scelga per una mise formale o casual.

CHURCH’S
SHOE LEATHERS

Le basi della qualità

CHURCH’S SHOE LEATHERS
Le basi della qualità

La qualità di una scarpa è determinata da una serie di fattori, primo fra tutti il materiale di cui è fatta. I materiali grezzi sono la vera base di una scarpa e ne determinano la prestazione e il ciclo di vita come pure l'estetica. Questo è il motivo per cui, per le nostre calzature, poniamo la massima cura nella selezione delle migliori pelli provenienti dalle più prestigiose concerie di tutto il mondo.

Le nostre collezioni sono realizzate principalmente in pelle di vitello, benché pelli di capra, pecora e bue siano comunque utilizzate. La nostra pelle di vitello è pieno fiore, colorata con anilina e trattata con una vernice trasparente per conferirle una lucentezza maggiore e un effetto naturalmente trasparente.

Uno dei materiali più comuni, noto con il nome di bookbinder è trattato con resine che ne aumentano la robustezza e creano un bellissimo effetto splendente. Quella fumè è un'opzione più leggera, sottoposta a un particolare processo di lucidatura a mano con una spazzola abrasiva per accrescere l'intensità della resa della pelle. Sulla pelle di vitello pregiato, Betis, il ricco e importante rivestimento è il frutto di un accurato processo di concia e un trattamento a mano con creme che ne aumentano la caratteristica finitura a più strati, mentre il vitello Rois è un cuoio fiore corretto, dall'aspetto più opaco e cereo. Castoro è il nostro camoscio classico mentre il Superbuck vanta un manto più sottile per un effetto più liscio e morbido.

THE ICONIC
SHANGHAI

IL RIVOLUZIONARIO MODELLO DEL 1929, CHE HA RIDEFINITO LA CALZATURA DA UOMO E CONTINUA A FARLO ANCHE OGGI

THE ICONIC SHANGHAI
IL RIVOLUZIONARIO MODELLO DEL 1929, CHE HA RIDEFINITO LA CALZATURA DA UOMO E CONTINUA A FARLO ANCHE OGGI

Un'autentica icona è definita non solo dall'impatto che ha nel momento in cui viene svelata, ma dalla rilevanza che mantiene oltre 80 anni più tardi.

Nel 1929, Church's ha presentato Shanghai, un modello estremamente innovativo pensato per i viaggiatori diretti negli avamposti inglesi nel lontano oriente, da cui il nome e l'aspetto coloniale di questa scarpa, che ha ridefinito la calzatura da uomo. Nel 2009, dopo aver ritrovato un esemplare originale nello stabilimento di Northampton, l'azienda ha deciso di riproporne una versione identica con un look volutamente vintage, una scelta apprezzata da clienti, rivenditori e industria della moda.

La struttura della scarpa, un mix unico di monk strap e brogue con dettaglio della nappa, è controbilanciata da una paletta di colori naturali, che servono a ridurre leggermente il fattore eleganza. L'estetica di Shanghai, che era considerata all'avanguardia nel 1929 tanto quanto lo è oggi, coniuga tradizione e modernità, riuscendo nell'impresa di trovare l'effimero equilibrio fra sofisticato e sportivo.

La caratteristica più tipica di Shanghai è l'originale suola in gomma, con l'artistico logo "CHURCH CO", che ha richiesto più di un anno per essere riprodotta. Questa suola notevole è apparsa più volte su vari modelli del marchio ed è stata creata per resistere a danni e usura, con l'ulteriore vantaggio della versatilità.

La versione moderna, realizzata esattamente come lo era nel 1929, si caratterizza per un ulteriore elemento: le scarpe sono volutamente condizionate e "invecchiate" a mano, per evocare appieno lo spirito vintage dell'originale.

Con Shanghai, Church's ha dimostrato lungimiranza e spirito innovativo al momento del lancio e intende sottolineare lo status di icona di eleganza senza tempo di questo modello riproponendolo.